San lorenzo s.c.s.

IGLESIAS. Un passo avanti per il progetto della cooperativa San Lorenzo

Bioedilizia, pioggia di euro

Sessanta milioni per ridurre il costo del lavoro

Il finanziamento di sessanta milioni di euro è stato messo a disposizione di Regione, Provincia e Comune dal Fondo nazionale per lo sviluppo economico.


Le istituzioni continuano a ignorare il progetto della bioedilizia, ma la coop San Lorenzo non si arrende. Anzi, rilancia e indica a Regione, Provincia e Comune di Iglesias la strada per incassare sessanta milioni di euro: quattrini messi a disposizione dal Fondo nazionale per lo sviluppo economico da utilizzare per abbattere il costo del lavoro del trenta per cento. Si tratta di finanziamenti a fondo perduto che vengono assegnati soltanto a progetti innovativi.

LA COOPERATIVA «L'abbiamo scoperto per caso», dice Giuseppe Madeddu, presidente della coop iglesiente che ha rilevato qualche mese fa il capannone della Rockwool nella zona industriale di Sa Stoia. «Da qualche tempo stiamo battendo tutte le strade per portare avanti il nostro progetto - aggiunge - dopo aver ricevuto il premio Spadolini la nostra idea del polo della bioedilizia continua ad ottenere ottimi riscontri. Tre mesi fa abbiamo presentato il progetto al Fondo nazionale per lo sviluppo econonico». Nei giorni scorsi la coop ha ricevuto una prima risposta. L'ente non finanzia direttamente il progetto, ma mette a disposizione un finanziamento di 60 milioni di euro (50 alla Regione, 10 alla Provincia e un milione al Comune di Iglesias) in Buoni Lavoro a fondo perduto. «Il Fondo per lo sviluppo economico - spiega Giuseppe Madeddu - contribuisce ad abbattere il costo del lavoro del trenta per cento. Facile immaginare quanto questo sia importante per un'impresa che si appresta ad avviare una nuova iniziativa imprenditoriale».

IL COMUNE Nei giorni scorsi i tecnici del Fondo nazionale per lo sviluppo economico hanno illustrato le modalità del finanziamento durante una videoconferenza che ha visto la partecipazione di un funzionario regionale, del presidente del Cesil di Iglesias e dell'assessore comunale al Bilancio Gian Marco Eltrudis. Il rappresentante della Giunta si è detto pronto a sostenere l'iniziativa. «I contributi in conto occupazione sono molto importanti - dice Eltrudis - e non si esauriscono con l'ottima idea della San Lorenzo, ma interessano tutto il territorio. Bisogna fare una promozione forte e coinvolgere gli operatori privati».

IL PROGETTO In attesa di un segnale dalla Regione la coop San Lorenzo porta avanti al sua idea d'impresa per realizzare il polo della bioedilizia. «Il progetto è ben definito - conclude Madeddu - avendo a disposizione i macchinari potremmo avviare la produzione in tempi rapidissimi». Come dire: se la Regione finanziasse il polo della bioedilizia l'ex stabilimento della Rockwool potrebbe ripartire. La posta in palio è altissima: sessanta posto di lavoro.

Francesco Pintore

 

L'Unione Sarda

Domenica 11/03/2012

Un passo avanti per il progetto della cooperativa San Lorenzo.