San lorenzo s.c.s.

Pic 1

. Area Riservata

USER

PASSWORD

 

 

 

Gli Obiettivi

 

Le Normative

 

L'Organigramma

 

Le Politiche

 

Gli Eventi

 

Il Gruppo Ippona

 

 

CONFCOOPERATIVE CAGLIARI

 

VIAGGIATORI SOCIALI

 

LE MAT

VELA SOLIDALE

 

 

Pic 2

La Cooperativa

La Cooperativa San Lorenzo nasce nel 1997 come "costola" ideale di una comunità terapeutica.

L'origine ha solo un significato storico dal quale ben presto la cooperativa si affiancherà andando oltre il perimetro della comunità, allargandosi prima al contesto impenditoriale e industriale locale, per poi dar vita all'esperienza degli inserimenti lavorativi nel territorio del Sulcis Iglesiente. Il legame con il mondo della tossicodipendenza è, peraltro, rimasto ma non con l'esclusività dell'origine, bensì come una delle aree dello svantaggio a cui rivolgersi.

La Cooperativa San Lorenzo ha sviluppato un esperienza maturata nel campo del reinserimento lavorativo di fasce deboli, operando in tutto il territorio del Sulcis Iglesiente un territorio caratterizzato da un grave livello di disagio sociale dove esiste un fenomeno diffuso ormai anche rispetto alle nuove marginalità sociali. L’azione della Cooperativa San Lorenzo si è allargata anche in territori limitrofi alla provincia di Carbonia-Iglesias, precisamente nelle province del medio-campidano e di Cagliari (Cagliari Ovest); territori “cuscinetto” che presentano elementi di omogeneità con le problematiche del sulcis-iglesiente. Anche in questi territori l’intervento della Cooperativa ha avuto destinatari nell’ambito dello svantaggio in senso lato e, in particolare nell’ambito di categorie “speciali” di persone con bisogni diversi dall’area delle dipendenze a quela della sofferenza mentale, dall’ambito penale-penitenziario alle “nuove” povertà e marginalità.
La Cooperativa San Lorenzo ha sviluppato tecniche di recupero sociale programmando e realizzando percorsi di inserimento lavorativo in linea con le recenti disposizioni in materia di lavori in RETE e, sempre in collaborazione con i Servizi locali e territoriali, coinvolti a vario titolo nel sostegno e supporto dell’utenza interessata. Tale metodologia operativa ha favorito e consolidato una collaborazione costante e una condivisione reciproca fino a creare una rete di sinergie funzionali e strategiche. Rispetto alla Salute Mentale la Cooperativa ha, dapprima, avviato esperienze legate alla storia di singoli utenti incontrati in progetti locali che comprendevano ed erano destinati a diverse tipologie di svantaggio, per passare ad interventi sempre più articolati. Una prima esperienza – decisiva per l’impegno della Cooperativa nell’ambito specifico della Salute Mentale – è rappresentata dall’incontro con l’Associazione di Volontariato Albeschida di Carbonia che svolgendo la propria opera all’interno del centro diurno del CSM di Carbonia, ha coinvolto la San Lorenzo nella gestione degli inserimenti lavorativi di sofferenti mentali.
La San Lorenzo ha, così, iniziato a conoscere dal “dentro” – dal cuore della sofferenza mentale – l’impegnativo e altrettanto affascinante mondo della Salute Mentale. Trattandosi di un contesto “chiuso”, ma frequentato da utenza proveniente dall’intero territorio, questa prima esperienza ha permesso alla San Lorenzo di confrontarsi anche con altri interlocutori socio-sanitari locali e intraprendere percorsi di intervento e recupero della persona – sofferente mentale – elaborando e gestendo progetti in dimensione comunale e sovracomunale, attraverso cui si sono realizzati numerosi e, talvolta, anche lunghi programmi di recupero socio-lavorativo e di integrazione.
La presenza della San Lorenzo nel territorio, in modo quasi capillare, ha permesso di incontrare e, talvolta, anche di scoprire utenti-pazienti coinvolti in progetti non direttamente destinati a sofferenti mentali, bensì rivolti a destinatari svantaggiati in quanto appartenenti a fasce di estrema marginalità e/o povertà non solo economica, sociale, umana. Rispetto a questi casi l’esperienza maturata dai professionisti sociali della Cooperativa ha permesso che si potesse invertire in modo mirato ed efficace sul bisogno specifico della persona, avviata al servizio sanitario facendo leva sul rapporto di totale fiducia che l’utente lega con l’operatore della Cooperativa e, di riflesso, facendo si che d’altra parte il rapporto professionale stretto con l’ambito sanitario consentisse alla San Lorenzo di introdurre nuovi pazienti presso le strutture di competenza. Questi fenomeni sono importanti e indicativi di un ruolo fondamentale che la San Lorenzo riveste in qualità di “cerniera” tra il bisogno del territorio, di una comunità, di una singola persona e le possibilità di aiuto, cura e sostegno che gli enti locali troppo spesso non possono dare perché non hanno un rapporto quotidiano e di prossimità con una fetta di utenza il cui bisogno, altrimenti, rimarrebbe latente.

Dopo i primi anni di duro lavoro, la San Lorenzo consolida l'approcio educativo e appronta un sistema di interventi di promozione sociale su larga scala a sostegno dei progetti di inclusione sociale dei Servizi pubblici competenti a favore di:

- persone tossicodipendenti e/o alcool dipendenti;

- persone affette da disturbo mentale;

- persone oggetto di misure giudiziarie;

- persone disabili;

- persone in stato di gravissimo bisogno socio-economico, ovvero esposta al rischio di marginalità sociale.

La Cooperativa San Lorenzo opera nel settore dell’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati in modo socialmente responsabile, con attenzione alla tutela ambientale, e progettando e sviluppando applicando un sistema di gestione aziendale conforme ai seguenti standard internazionali:
- UNI EN ISO 9001:2008 “Sistemi di gestione per la Qualità”
- SA 8000:2008 “Sistema di gestione della responsabilità sociale”.


Riduci